Articoli con tag ecuador

Un’intervista a Francisco Moreno, direttore esecutivo di Fundación Espoir

La Red de Instituciones Financieras de Desarrollo (RFD) ha incontrato Francisco Moreno, direttore esecutivo di Fundación ESPOIR, partner di CreSud in Ecuador.

Nell’intervista si parla del metodo di lavoro della Fundacion Espoir e della reazione al forte terremoto che ha colpito l’Ecuador lo scorso aprile, e che ha causato la perdita di due uffici e un danno stimabile all’inizio di 2 milioni di dollari in crediti verso i clienti.

Successivamente, il danno è stato ridimensionato alla metà e adesso esiste un piano di recupero che permetterà di rimettersi in carreggiata in due anni e mezzo, con nuova esperienza nella gestione di queste emergenze.

CreSud e Espoir

Il 16 aprile 2016 un terremoto di magnitudo 7.8 colpisce l’Ecuador, con epicentro nella provincia di Manabi, causando la morte di oltre 650 persone.

La Provincia di Manabi è il cuore delle attività di Fundacion Espoir (50%dei clienti, 30% del personale), organizzazione di microfinanza con cui collaboriamo ormai da oltre dieci anni, avendo erogato il primo prestito nel 2004, e l’ultimo, per 300.000 dollari, nel marzo 2016 solo un mese prima del terremoto.

Già dalle prime ore la situazione appariva grave: fortunatamente non si registravano perdite di vita umane tra i clienti ed il personale di Espoir, ma i danni materiali erano enormi. Ci si preoccupava per la sopravvivenza stessa di Espoir.

Da subito il personale e la dirigenza di Espoir mostrarono una capacità di reazione di grande livello. Furono immediatamente contattati i clienti, per verificare la loro situazione e portare, se possibile aiuti e beni di prima necessità. Allo stesso tempo, i finanziatori internazionali di Espoir tra cui CreSud costituirono una unità di crisi con l’obbiettivo di sostenere Espoir e i suoi clienti nei loro sforzi per riprendere le attività.

Nelle prime settimane dopo il terremoto fu steso un progetto di emergenza per aiutare Espoir a gestire correttamente questo disastro. I creditori si accordarono per una moratoria di 12 mesi sul rimborso delle rate di capitale di ogni finanziamento vigente (oltre 25 milioni di USD in totale).

Dopo circa sei mesi, i risultati già si vedono: Espoir ed i suoi clienti, nonostante i danni, hanno assorbito il colpo ed hanno iniziato il cammino per tornare alla situazione pre-terremoto. Dopo un peggioramento degli indicatori nelle primissime settimane successive al sisma (diminuzione del numero dei clienti, aumento del rischio di portafoglio) l’andamento è andato migliorando e a fine settembre Espoir ha ritrovato i suoi ottimi livelli di prestazione, ricostituendo il tessuto di relazioni creditizie con la maggior parte della clientela. Non avevamo dubbi, non per niente nel 2011 e 2012 Espoir fu al secondo posto nella classifica delle migliori 100 MFI del continente stilata dal Fondo Multilaterale di Investimento (FOMIN) del Banco Interamericano di Sviluppo (IaDB) e da MixMarket.

Fondamentale è stata la resilienza dei microimprenditori, per i quali (anzi, le quali poiché si tratta all’80% di donne) è imperativo mantenere aperta la propria attività economica informale e, di conseguenza, l’accesso al sistema microcredito. L’ottima collaborazione tra i finanziatori e tra questi e Espoir, ha creato le condizioni per un clima favorevole a per il grande impegno sul campo della dirigenza e del personale di Espoir stessa, sempre molto trasparenti nelle loro comunicazioni e decisioni.

Espoir ha saputo trasformare il terribile terremoto del 2016 in una grande occasione di crescita e di ulteriore maturazione, se possibile. L’esperienza dimostra come il sistema microcredito si dimostri fondamentale non solo come motore di sviluppo, ma anche nell’approccio alle emergenze e alle situazioni di crisi.

A partire dal 2004, abbiamo erogato ben sette finanziamenti a favore di Fundacion Espoir per un totale di 2.220.000USD. Il credito medio ai clienti di Espoir è di circa 830 usd – in totale circa 2.400 clienti sono stati serviti dal nostro sostegno finanziario.

ESPOIR riapre l’ufficio di Portoviejo

ESPOIR, partner di CreSud in Ecuador e colpita quattro mesi fa dal terremoto, ha riaperto il suo nuovo ufficio a Portoviejo. Qui si può leggere il comunicato ufficiale dell’apertura, che riportiamo in basso tradotto in italiano.

Cari amici e colleghi,
più di 23 anni fa mio padre ha dato il via a un progetto senza precedenti nel paese, quello di fornire microcredito a donne senza accesso al credito, rivolgendosi a donne che avevano voglia di lavorare per dare un contributo alle proprie famiglie, specialmente ai figli, per migliorarne le condizioni di vita.

Questa iniziativa è partita nella provincia di Manabí, in questa città è stato aperto un primo ufficio che ha dato il via a un sogno che è diventato realtà. In breve nuove aperture hanno coperto tutta la provincia di Manabí, e da lì in altre province ancora. Un’iniziativa di successo nata nel cuore di Manabí che ha iniziato a germogliare anche nel resto del paese.

La nostra filosofia è sempre stata quella di essere combattivi nei momenti di difficoltà: donne che lavorano nonostante le difficoltà del presente che vedono un orizzonte di speranza nel domani.

Il 16 aprile [giorno del terremoto, ndt] l’Ecuador ha reagito e ci ha trasformato da indolenti a solidali, da indifferenti a proattivi, da esperti solo in un campo a esperti in tutto ciò che era necessario per alleviare il profondo dolore della tragedia… siamo tornati a essere ecuadoriani generosi e sensibili di fronte alla realtà che avevamo di fronte in questi momenti terribili.

Per noi l’impulso nato in tutto il paese quel giorno e nei giorni seguenti non era una cosa nuova. Non è diverso da quello che facciamo tutti i giorni, questo siamo: solidali, acrivi, con una grande fede in Dio e in noi stessi. Viviamo ogni giorno quello che dal 16 aprile è sembrato chiaro a tutti, cioè che la ragione della vita degli esseri umani è quella di contribuire gli uni con gli altri e non di approfittare degli altri.

La Fondazione ESPOIR continuerà ad andare avanti, nonostantela crisi delle banche, la dollarizzazione, le crisi economiche, le inondazioni, le siccità, le malattie che ogni inverno ci colpiscono.

Colleghi e collaboratori di ESPOIR a Manabí, che lavorano ogni giorno con spirito di responsabilità, che hanno perso casa, amici, familiari e che ancora si portano dentro il terrore di quella notte. I vostri colleghi delle altre province vi ringraziano a nome di tutto il paese per aver continuato a lavorare con energia lasciando da parte il dolore. Abbiamo un cuore grande che vive ogni giorno con ottimismo, che semina per il domani con speranza e fede per un futuro migliore. Continuiamo così, i nostri concittadini ne hanno bisogno, il nostro paese ne ha bisogno.

Viva la Fondazione ESPOIR!

Claudia Moreno

Oficial Nacional de Profondos Internacionales

Fundación ESPOIR colpita dal terremoto in Ecuador

La lettera di Fundación ESPOIR, partner di CreSud in Ecuador, ai suoi finanziatori dopo il forte terremoto del 16 aprile 2016.

Non ci sono state vittime né tra i dipendenti né tra i clienti di ESPOIR, ma la fondazione ha perso due uffici per il crollo di altrettanti edifici.

Estimados financiadores:

Muchas gracias por su preocupación y solidaridad expresada en estos duros momentos que estamos pasando los ecuatorianos.

Les comunico que ninguno de nuestros funcionarios y sus familias directas han sufrido daños en su salud; dos funcionarios dela oficina de Portoviejo sufrieron daños parciales en sus viviendas y dos de nuestro punto de atención de Pedernales perdieron sus viviendas; algunos tienen familiares o amigos desaparecidos y fallecidos. En cuanto a nuestros clientes y sus familiares de los cantones más afectados (Portoviejo, Pedernales y Manta) aún no conocemos su situación. En muchos Cantones de Manabí hay ciudades o zonas que aún no cuentan con servicios de energía eléctrica, agua potable y comunicación telefónica; hay otras zonas aisladas o con mucha dificultad para acceder a ellas.

 

Esta calamidad que vive el pueblo ecuatoriano constituye un fuerte golpe para la fundación, sin embargo contamos con la fortaleza de nuestro personal, lo que nos permitirá salir adelante poco a poco; para lograrlo requerimos además de su apoyo solidario, por lo que gustaría conocer sus iniciativas de cómo van a apoyarnos para que ESPOIR siga atendiendo a las microempresarias pobres de Ecuador, en la misma o mejor forma en que ha venido haciéndolo en los últimos 14 años.

Atentamente.-

Francisco Moreno/Director Ejecutivo
Claudia Moreno/Procuración de Fondos
Fundación ESPOIR

Nuovi partner: CACEC (Ecuador)

Sul nostro sito, raggiungibile dalla pagina dedicata alle organizzazioni di microcredito dell’America Latina, potete trovare la scheda con tutti i dettagli del nostro nuovo partner in Ecuador, la Cooperativa de Ahorro y Crédito (CACEC).

Fundamic: scheda aggiornata

In questa pagina potete trovare la scheda aggiornata di Fundamic, nostro partner in Ecuador, sulla base dell’ultima erogazione effettuata. Il finanziamento (il quarto della serie, tutti con puntualità di rimborso eccellente) appoggia le strategie di crescita di Fundamic, che progetta di arrivare a 3milioni di dollari di portafoglio per fine 2013.

Video: AgroMaquita

Un video realizzato l’anno scorso per i 20 anni di AgroMaquita, divisione alimentare di Maquita Comercializando Como Hermanos, uno dei partner di CreSud in Ecuador.

Prossimi eventi

  1. European Microfinance Day

    ottobre 20
  2. OuiShare Fest Barcelona

    novembre 15 - novembre 17

Archivio

Newsletter