Articoli con tag ambiente

La Giornata mondiale dell’ambiente 2014

Domani si svolgerà la Giornata mondiale dell’ambiente (World Environment Day), occasione per riflettere sui cambiamenti climatici.

Il tema di quest’anno riguarda i piccoli stati insulari in via di sviluppo e la loro vulnerabilità, quindi in particolare l’innalzamento dei mari, inserendosi proprio nello Year of Small Island Developing States.

Sul sito ufficiale dell’evento è possibile ricevere tutte le informazioni.

Via: Blue and Green Tomorrow

La misura del Natural Capital Project

Su Triplepundit si può leggere un approfondimento sul Natural Capital Project. Si tratta di uno degli indicatori che si inseriscono nel dibattito sulla messa in discussione del PIL come puro e semplice indicatore del benessere, introducendo in questo caso il calcolo degli elementi naturali, e dei loro benefici, nei processi decisionali.

La storia di The Great Recycle

Sul blog di Honest Tea si racconta della loro iniziativa di piazzare un enorme contenitore per il riciclaggio delle bottiglie di vetro, al fine di sensibilizzare sul tema dei rifiuti e dell’ambiente. I risultati sono stati incoraggianti in termini di partecipazione, e sul sito di The Great Recycle si possono vedere le altre tappe del tour, ancora in corso, nonché foto e video di quelle passate.

Cambiamenti climatici ed economia

Secondo l’ultimo rapporto della Banca Mondiale, intitolato Turn Down the Heat: Climate Extremes, Regional Impacts, and the Case for Resilience, le comunità più povere subiranno maggiormente l’impatto dei cambiamenti climatici, già nel tempo medio-lungo di 20-30 anni, quando la temperatura potrebbe innalzarsi di 2 gradi. In particolare, le zone più esposte sono l’Africa subsahariana e il Sud-est asiatico.

Dieci progetti di crowd funding verde

Il sito Blue and Green Tomorrow ha selezionato dieci progetti in ambito ambientale, finanziati tramite crowd funding, ovverosia con una richiesta di sostegno rivolta a un pubblico generalizzato, tramite la Rete. Riguardano sia iniziative più strettamente commerciali o industriali, che altre di tipo multimediale.

Il 2013 di ambiente e sostenibilità

Un elenco di argomenti e tendenze da tenere d’occhio per il futuro, su scala globale, sui temi dell’ambiente e della sostenibilità. Le ha raccolte Andrew Steer, capo del World Resources Institute.

Le aziende cinesi verso uno sviluppo più sostenibile?

Sembra che sempre più spesso le aziende cinesi stiano attuando programmi di responsabilità sociale, cioè programmi e azioni per ridurre il proprio impatto ambientale. Lo riferisce Il Sostenibile, a margine di un incontro svolto a Milano al quale era presenta anche la vice-presidente della più grande associazione industriale del paese.

I numeri sono probabilmente ancora bassi se rapportati alla Cina, ma la crescita in un anno del numero di aziende che hanno presentato un bilancio di sostenibiltà è stata del 18%. Inoltre sono state pubblicate per la prima volta delle Linee Guida per la responsabilità sociale delle imprese e delle associazioni industriali cinesi.

Foto: danielfoster437

I costi del cibo

In questo approfondimento su VITA si analizza l’impatto del consumo di cibo, e tutto ciò che ci ruota attorno, sul pianeta, e le strategie per ridurlo.

Alcune soluzioni ci vengono suggerite dal WWF, che ha anche predisposto un sito chiamato One planet food per creare un dibattito sul tema, con anche una sezione per calcolare il costo ambientale della propria spesa.

Kuminda, coltivare la diversità

Parte oggi e va avanti fino al 15 ottobre Kuminda, festival del cibo che animerà la Cascina Cuccagna di Milano e altri luoghi della città.

Il programma prevede proiezioni, conferenze, degustazioni e momenti di dibattito. Si ragionerà su alimentazione, filiere di distribuzione sostenibili e progetti di cooperazione con i paesi del Sud del mondo.

Dal cotone al carbone, una buona pratica dalla Cina

WTFO ci racconta di un nuovo metodo per trasformare i rami tagliati nella lavorazione del cotone, che sarebbero altrimenti bruciati dagli agricoltori producendo anche un danno ambientale, in bricchetti di carbone di legna.

In questo modo i contadini riescono a ottenere anche un guadagno extra dato dalla vendita degli scarti. A mettere in campo questa pratica è l’azienda cinese CangZhou Yuji ZhenHuaFa Charcoal Company Limited. Sul loro sito si possono trovare più dettagli legati al processo di produzione.

In alcuni casi sono anche state costituite delle cooperative costituite dagli stessi contadini, per permettere loro di gestire direttamente le fasi della produzione.

Prossimi eventi

  1. European Microfinance Day

    ottobre 20
  2. OuiShare Fest Barcelona

    novembre 15 - novembre 17

Archivio

Newsletter