Undugu Society

SITO

Undugu Society of Kenya è una associazione fondata da un missionario olandese, Padre Arnold Grol. Padre Grol lavorava nella valle di Mathare, una delle terribili baraccopoli che attraversano Nairobi, capitale del Kenya. La città sorge su un pianoro attraversato da tre fiumi che lo incidono. Sulle pendici fangose di questi valloni sorgono baraccopoli che ospitano la metà degli abitanti della capitale. Tra le altre, una delle piaghe prodotte dal degrado è quella dei bambini di strada. Padre Grol aveva cominciato percorrendo la città in macchina per fermarsi agli incroci del centro a parlare con i che chiedono monete agli automobilisti in coda al semaforo cercando di rimediare un pasto e le bottigliette di colla che, sniffate, provocano uno stato di intontimento e ebbrezza, una sorta di cloroformio contro il dolore della solitudine, della miseria, della paura e della fame. Undugu Society nacque originariamente come struttura di accoglienza per bambini di strada, con centri di ricovero, dormitori e mense, oltre che scuole professionali. Negli anni ha sviluppato una serie di attività artigianali e piccole officine dove i ragazzi vengono avviati al lavoro come apprendisti. Attraendo donazioni dall’Europa Undugu Society è riuscita a attivare un vero e proprio distretto artigianale, economicamente autosufficiente, una piccola impresa capace di costruire nuovi posti di lavoro. otre che a ampliare le proprie attività sociali in varie aree della baraccopoli a supporto di donne sole. Con la morte di Padre Grol Undugu Society ha assunto un profilo più laico, con un management capace e motivato che è stato capace di avviare, a fianco alle sue attività a progetto, una unità di esportazione, che produce artigianato per i circuiti di commercio equo. L’artigianato prodotto nelle baraccopoli viene venduto tramite Undugu non solo nel Fair Trade europeo ma anche in Canada, Australia e Nuova Zelanda. Il numero degli artigiani coordinati dal progetto è in continua crescita, ed è allo studio l’apertura di un settore alimentare.

Archivio

Newsletter