CreSud e Espoir

Il 16 aprile 2016 un terremoto di magnitudo 7.8 colpisce l’Ecuador, con epicentro nella provincia di Manabi, causando la morte di oltre 650 persone.

La Provincia di Manabi è il cuore delle attività di Fundacion Espoir (50%dei clienti, 30% del personale), organizzazione di microfinanza con cui collaboriamo ormai da oltre dieci anni, avendo erogato il primo prestito nel 2004, e l’ultimo, per 300.000 dollari, nel marzo 2016 solo un mese prima del terremoto.

Già dalle prime ore la situazione appariva grave: fortunatamente non si registravano perdite di vita umane tra i clienti ed il personale di Espoir, ma i danni materiali erano enormi. Ci si preoccupava per la sopravvivenza stessa di Espoir.

Da subito il personale e la dirigenza di Espoir mostrarono una capacità di reazione di grande livello. Furono immediatamente contattati i clienti, per verificare la loro situazione e portare, se possibile aiuti e beni di prima necessità. Allo stesso tempo, i finanziatori internazionali di Espoir tra cui CreSud costituirono una unità di crisi con l’obbiettivo di sostenere Espoir e i suoi clienti nei loro sforzi per riprendere le attività.

Nelle prime settimane dopo il terremoto fu steso un progetto di emergenza per aiutare Espoir a gestire correttamente questo disastro. I creditori si accordarono per una moratoria di 12 mesi sul rimborso delle rate di capitale di ogni finanziamento vigente (oltre 25 milioni di USD in totale).

Dopo circa sei mesi, i risultati già si vedono: Espoir ed i suoi clienti, nonostante i danni, hanno assorbito il colpo ed hanno iniziato il cammino per tornare alla situazione pre-terremoto. Dopo un peggioramento degli indicatori nelle primissime settimane successive al sisma (diminuzione del numero dei clienti, aumento del rischio di portafoglio) l’andamento è andato migliorando e a fine settembre Espoir ha ritrovato i suoi ottimi livelli di prestazione, ricostituendo il tessuto di relazioni creditizie con la maggior parte della clientela. Non avevamo dubbi, non per niente nel 2011 e 2012 Espoir fu al secondo posto nella classifica delle migliori 100 MFI del continente stilata dal Fondo Multilaterale di Investimento (FOMIN) del Banco Interamericano di Sviluppo (IaDB) e da MixMarket.

Fondamentale è stata la resilienza dei microimprenditori, per i quali (anzi, le quali poiché si tratta all’80% di donne) è imperativo mantenere aperta la propria attività economica informale e, di conseguenza, l’accesso al sistema microcredito. L’ottima collaborazione tra i finanziatori e tra questi e Espoir, ha creato le condizioni per un clima favorevole a per il grande impegno sul campo della dirigenza e del personale di Espoir stessa, sempre molto trasparenti nelle loro comunicazioni e decisioni.

Espoir ha saputo trasformare il terribile terremoto del 2016 in una grande occasione di crescita e di ulteriore maturazione, se possibile. L’esperienza dimostra come il sistema microcredito si dimostri fondamentale non solo come motore di sviluppo, ma anche nell’approccio alle emergenze e alle situazioni di crisi.

A partire dal 2004, abbiamo erogato ben sette finanziamenti a favore di Fundacion Espoir per un totale di 2.220.000USD. Il credito medio ai clienti di Espoir è di circa 830 usd – in totale circa 2.400 clienti sono stati serviti dal nostro sostegno finanziario.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Archivio

Newsletter