L’inclusione finanziaria a Samoa

Sul sito dell’Alliance for Financial Inclusion viene proposto qualche dato generale sull’inclusione finanziaria a Samoa, raccolto in collaborazione con la Central Bank of Samoa e il Pacific Financial Inclusion Programme.

Un primo punto che emerge è la maggiore presenza di donne che godono di una qualche forma di inclusione finanziaria, che sia attraverso un conto corrente bancario tradizionale o con strumenti alternativi. Rispetto agli uomini, la percentuale è del 40% contro il 38%.

Ancora, esistono maggiori barriere all’ingresso nelle aree rurali rispetto a quelle urbane, così come un basso utilizzo degli strumenti di pagamento attraverso tecnologia cellulare. Un altro dato mette in relazione l’aumentare delle rimesse con la maggiore facilità di avere conti correnti bancari.

Come prospettive di crescita, lo studio individua proprio lo sviluppo dei servizi finanziari su tecnologia mobile come uno dei fattori, così come il cercare di legare le rimesse degli emigrati a prodotti di risparmio e il tentativo di includere le fasce più giovani della popolazione, attualmente tra le più escluse.

La maggiore istituzione di microcredito è SPBD Samoa, partner di CreSud.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Archivio

Newsletter